albi illustrati autunno stefania ciocca

Gli albi illustrati che sanno di autunno

A parte il Natale, forse il periodo dell’anno che più crea atmosfera è l’autunno.

E’ vero che l’autunno porta con sé malinconia, un clima pazzo da cappotto con i sandali e i primi malanni di stagione.
Che significa la fine dell’estate (la spensieratezza) e la luce cede il posto alla foschia.

E però l’autunno ha qualcosa di affascinante.

Sarà perché la natura indossa il suo abito migliore.

Perché i colori e la luce un po’ ambrata di certe giornate riempiono i sensi.
I profumi solleticano la fantasia: le foglie, gli alberi, le castagne, l’aria che si fa frizzante.
Oppure perché, in fondo, anche se ci piace il caldo, questo momento in cui ci si può gustare la copertina, il primo tè caldo, la prima sciarpa, ha il suo fascino.

Oppure sono io, che sono nata in ottobre e adoro l’autunno pur stando benissimo sopra i 25 gradi.

Da abitante dei libri , cerco di immergermi in albi illustrati che sanno di autunno.

Per vivere con ancora più pienezza questo momento che sa di intimità.

Ecco, se la primavera e l’estate sono l’apertura al mondo e l’estroversione, l’autunno è l’introversione,

L’autunno è l’intimità degli affetti e del ripiegarsi su sè stessi come una foglia.

In senso positivo.

Ho notato che non sono l’unica con la mania del foliage (che in questo caso chiamo librage).

Tanti appassionati di libri e di albi, cercano albi illustrati che sanno di autunno.

Sia per gratificarsi la vista, sia per condividere quella magica e intima atmosfera.

Gli albi illustrati che sanno di autunno sono uno dei più bei momenti da convidere.

E in alcuni casi sono meraviglie narrative e visive da gustarsi prima di tutto con gli occhi.
Magari trovando inedite ispirazioni creative.

albi illustrati che sanno di autunno
Fonte Pinterest

Ecco una lista di albi illustrati che sanno di autunno

 

E cominciamo subito con due novità, fresche fresche di settembre 2020.

L’autunno della Piccola Oca, Woollard-May Smith, El

In primavera era uscito E’ primavera Orsetto!, un albo illustrato di formato orizzontale dalle illustrazioni molto suggestive.

Le storie di questa serie sono semplicissime.
Hanno tutte degli animali, un orsetto nel primo caso, un’ochetta qui, che interagiscono con l’ambiente circostante nel rispetto della Natura che detta i suoi tempi.

Il vero punto di forza di questi albi illustrati sono proprio le illustrazioni, colori e luce in particolare.

In L’autunno della piccola oca sembra davvero di passeggiare per un bosco in un tardo pomeriggio d’autunno.
La luce d’oro filtra tra le piante che rosseggiano, mentre l’oca cerca il suo posto nell’autunno che incombe.

E il suo posto nel mondo lo troverà, sulla cima di una montagna che domina i boschi che si vestono d’arancione.

Il ladro di foglie, Hemming-Slater, Emme Edizioni

Albo illustrato perfetto da leggere per ridere insieme.

Uno scoiattolo si gode la vita sdraiato sul suo ramo:
Si gusta l’autunno che sta arrivando e ammira le sue bellissime foglie, finché non si rende conto che una foglia è scomparsa!

Che fine avrà fatto?
Inizia la ricerca che lo porterà dal’uccellino, dal topolino, dal picchio…
Eppure niente, non si scopre chi è il ladro.
O forse sì.
Forse il ladro si chiama vento?

E il finale è a sorpresa.

Io sono foglia, M.Balducci-A.Mozzillo, Bacchilega

Quando parlo di creatività e ispirazione, soprattutto quando parlo di albi illustrati per adulti, mi riferisco a felici risultati come questo.

L’idea visiva che mescola fotografia e illustrazione è di Marianna Balducci, mentre le rime sono di Angelo Mozzillo.

Io sono foglia non è un libro sull’autunno, ma può nutrirsi dell’autunno.

E’ un albo illustrato che è  valorizzazione delle diversità: non esiste una foglia uguale a un’altra, e allo stesso modo non esiste un individuo come un altro.

Siamo tutti unici, tutti speciali.

Ed esattamente come le foglie, prima di compiere il  viaggio nel mondo, dobbiamo partire da un ramo.

Visivamente Io sono foglia è una meraviglia proprio per il dialogo tra fotografia e illustrazione (tema che amo molto, ne parlavo anche qui).
Una foglia caduta e accartocciata diventa una forma da cui partire per particare un gioco in bilico tra la metamorfosi e la pareidolia.

Libro fatto di foglie autunnali e di pura sostanza creativa.
Sicuramente da proporre agli adulti per lo sguardo giocoso e laterale.

Consiglio di leggere anche l’approfondimento sul sito di Marianna Balducci.

Una foglia, D. Iride Murgia-S.Vecchini, Edizini Corsare

Coppia poetica.
Silvia Vecchini poetessa con le parole (ma anche con i silenzi), Daniela Iride Murgia è una cesellatrice di immagini.

Chi lo dice che la foglia che cade segna la fine?
Per quella foglia il giro di vento segna l’inizio di un viaggio.

Nel momento in cui la foglia sta per staccarsi, è come se sentisse un fremito e all’improvviso si accorgesse del mondo accanto a lei.

In viaggio sul vento la foglia gira, vortica, viaggia per la città, tra le persone, i tram, le strade.

Le immagini e le parole creano una sottile trama di rara bellezza, che ricorda le venature di una foglia…

albi illustrati che sanno di autunno

Il domatore di foglie, P.Irace-M.Moya, Zoolibri

Così come nel precedente albo illustrato, anche in Il domatore di foglie le foglie quando stanno per staccarsi stanno per compiere un viaggio.

Ma se il viaggio di Una foglia è fattp di curiosità, in Il domatore di foglie le foglie che scrocchiano pronte a staccarsi sono in realtà molto timorose.

Per loro il volo è una “prima volta” e hanno bisogno di una guida.
E’ a questo che serve il Domatore di foglie: a infondere coraggio, a dare autostima. a fare da guida in un momento importante.

L’autunno è qui lo scenario di un evento altamente simbolico in cui è facile riconoscersi: il primo passo verso una nuova avventura.

albi illustrati che sanno di autunno

Prima di dormire, Volpe-Proietti, Kite

In questo albo illustrato siamo proprio in autunno avanzato.
L’aria da frizzante inizia a farsi un poco più fredda e i bei vestiti degli alberi si trasformano in un vasto tappeto che scrocchia.

Quick è un ghiro, Rosso una volpe.
Insieme corrono per la foresta, giocando e divertendosi tra le foglie.
Ma nell’aria si sente il tempo che rallenta e che impone il suo ritmo: è tempo di dormire, è tempo di letargo.

E se questo letargo è una sospensione dal gioco e dal divertimento, in un baleno il sonno ti porta via.

Lo avevo inserito anche qui, negli albi illustrati da leggere prima di andare a dormire.

Piccola orsa, Jo Weaver, Orecchio Acerbo

Dimenticatevi il rosso, il giallo e il bruno delle foglie.
Quinon c’è l’autunno da vedere, ma c’è il tempo da ascoltare.

Piccola orsa è una storia di rispetto delle regole dettate dal tempo della natura e l’autunno fa parte di queste regole.

Mamma Orsa e Piccola Orsa scoprono il mondo.
La mamma insegna all’orsetta a cacciare, a mettersi in ascolto, ad affrontare i pericoli.

Ma arriva quel momento in cui l’atmosfera cambia.
In cui l’aria è diversa e porta con sé un richiamo che è così da sempre.

In Piccola Orsa l’autunno è la voce che scandisce il momento di ritirarsi.
Per Mamma Orsa e Piccola Orsa è ora di trovare un luogo adatto dove chiudersi al mondo e dove trascorrere l’inverno.

Dolcissimo ma ricco di importanti riferimenti, su tutto il rispetto del Tempo.

Tutti a spasso, S.Hughes, Pulce Editore

Albo illustrato che amo moltissimo e che, poiché tratta tutte le stagioni dell’anno, è un passepartout.

Il disegno della Hughes secondo me rende al meglio proprio nelle pagine autunnali.
Il suo tratto, deliziosamente british, e i colori usati vengono valorizzati dal foliage.

Di Tutti a spasso ho già parlato qui, ma è doveroso chiudere questo posto di albi illustrati che sanno di autunno proprio con un brano tratto da questo albo.

FESTE

Mele sui banchi al mercato ammassate,
uva succosa e zucchine striate.

Chicchi di orzo,
frutti per la torta,
e una provvista
di noci di scorta.

Zucche mature, verdi e arancioni,
da illuminare come festoni.

 

 

Leggi anche Albi illustrati per i giorni di pioggia

Lascia un commento