I libri da regalare quando nasce un bambino | Pt. 1

Quali siano i migliori libri da regalare quando nasce un bambino, è una delle domande che mi sento porre più spesso.
In libreria e sui social.

Con i libri da regalare quando nasce un bambino io intendo due tipologie diverse di regalo.

Tra i libri da regalare quando nasce un bambino ci sono i libri che si regalano ai genitori e quelli che si regalano al bambino.

In entrambi i casi, il libro rappresenta un oggetto prezioso che, oltre al buon augurio che porta con sé tra le sue pagine, porta la sua presenza, che si spera sia amica per le nuove fasi della vita.

In questa prima parte del post parlerò della prima tipologia, e cioè i libri per i genitori.

Che non sono i libri di pedagogia e puericultura.

Ma quindi, quali sono questi benedetti libri per genitori?

Ovviamente, i miei amici albi illustrati

Anche ai genitori?
Certo, gli albi illustrati, soprattutto in certi momenti della vita, sono ancora più belli se letti da un adulto atraverso il suo vissuto

Leggi anche: Albi illustrati: sono solo per bambini?

E anche in questa sezione dedicata ai genitori, bisogna distinguere tra due filoni:
1. I libri da regalare ai genitori e che parlano di questa particolare fase della vita;
2. Gli albi che possono già iniziare a leggere ad alta voce, per il bambino che ancora deve nascere.

Libri da regalare quando nasce un bambino

I libri da regalare quando nasce un bambino

Per la vita che verrà

Il filo conduttore che lega questi albi illustrati è quello che segna un passaggio di vita.

Un passo che si compie, una soglia che si varca e che trasforma due persone in qualcosa d’altro, qualcosa di più, dal quel momento in poi.

Gli albi illustrati che ho selezionato per questa lista di libri da regalare quando nasce un bambino, parlano proprio di questo momento.

Sono albi illustrati che raccontano il momento in cui due persone iniziano a pensare al futuro come genitori.

Zagazoo, Quentin Blake, Camelozampa

E’ il primo della lista perché è in assoluto il mio preferito.
E ogni volta che so di amici che stanno per diventare genitori, regalo questo, sempre.

Credo sia la metafora perfetta del ciclo della vita quando si è genitori: dal momento in cui un bambino arriva, giorno dopo giorno quando ci si trova davanti a un essere strillante, poi a un elefante che travolge tutto, e ancora a un cinghiale, a un facocero, passando per una specie di gigante muto e peloso.
Solo alla fine, dopo che si viene conquistati dal crescendo narrativo della storia (ogni pagina è un continuo “Ma un giorno…”) tutto diventa chiaro.
Perché un giorno quell’essere mutaforma è un uomo, fatto e finito, che guarda i genitori come due persone delle quali prendersi cura.
E a quel punto sono loro ad assomigliare a due esseri strani.

Non c’è un altro albo illustrato che riesce, con una combinazione così lieve e dosata di immagini e parole, a raccontare in poche pagine il rapporto tra genitori e figli lungo una vita.

Il Progetto, Minne/Vermeire, Kite

Uscito da non molti mesi, si è conquistato un posto d’onore nello scaffale dei libri da regalare quando nasce un bambino.

Già dal titolo si capisce come viene visto il passaggio che due persone compiono quando da coppia si fanno genitori.

Fa tutto parte di un progetto, e come ogni progetto si parte da un desiderio, che diventa idea, che richiede studio, applicazione, passione.
Nella “stesura” di questo progetto c’è anche tanta immaginazione e aspettativa, ci sono dettagli da pianificare e condividere.

Ma poi, le aspettative vengono attese esattamente così come ce le eravamo immaginate?
Forse no, perché la vita sorprende sempre e anche se non è esatttamente tutto come lo i era previsto, il progetto può dirsi ugualmente riuscito.
Perfetto così.

Oltre all’idea di guardare alla vita come a un progettare e condividere, l’altro punto di forza di questo è albo è sicuramente l’illustrazione.
Pittorica, minuziosa, ricca di dettagli che si mescolano.


La cosa più importante, M. Wise Brown/L.Weisgard, Orecchio Acerbo

Un albo illustrato al quale ho già dedicato spazio.

Leggi anche > Albi illustrati da leggere ai bambini
E anche >
La cosa più importante

Trovo sia un bellissimo regalo per andare al cuore delle cose.Perchè fa riflettere su cosa ci rende speciali, essenziali.
Su cosa sia l’essenza della nostra identità.

E qualunque cosa accada, chiunque tu sia, la cosa più importante di te è che tu sei tu: come individuo, come genitore, come figlio.

Oh, quante cose tu vedrai!, Dr, Seuss, Mondadori

Un albo illustrato bellissimo da regalare ai genitori, ma il cui augurio è sicuramente rivolto al bambino.

Già dal titolo si capisce che tra le pagine di Oh, quante cose tu vedrai! c’è l’augurio per una vita meravigliosa, fatta di tutto ciò di cui è fatta la vita, compresa la capacità di ragionare, decidere, sognare e di conquistare i propri sogni.

Negli USA, dove ha il titolo Oh, the places you’ll go! questo libro è un grandissimo classico, così come lo sono tutti i libri del Dr. Seuss.
E come tutti i libri del Dr. Seuss anche questi passaggi di vita sono raccontati in rima.

La tua vita sarà meravigliosa, Emily Winfield Martin, Ape Junior

Un dolce augurio, come nel caso de Dr. Seuss, che si fa ai genitori ma che naturalmente è rivolto ai bambini.

Le rime lasciano qui il posto a un testo più dolce e poetico, in cui i genitori immaginano tutte le prime volte del bambino e il ruolo che loro avranno per lui.

Crescendo, Alessandro Sanna e Paolo Fresu, Gallucci

Per appassionati della bellezza allo stato puro.

Un albo illustrato di Gallucci dove le illustrazioni di Alessandro Sanna, realizzate ad acquarello, raccontano i 9 mesi dell’attesa.

Ad accompagnare le sue splendide immagini sono le musiche di Paolo Fresu che si trovano nel cd allegato.

Di sicuro un libro così bello da durarer ben oltre i 9 mesi di attesa.

Desiderio, M. Cordell, Clichy,

Sebbene l’illustrazione di questo albo illustrato sia dolcissima e i protagonisti siano due elefantini, il messaggio di questo albo è tutt’altro che infantile.

Desiderio (che segue il precedente albo illustrato dello stesso autore, Sogno), mostra il percorsi due due persone che dapprima vogliono godersi il loro tempo, poi decidono di seguire il desiderio…e devono lottare per portarlo a compimento.

Perchè la gioia di essere genitori spesso corona un percorso fatto di sfide, fatiche, ostacoli.
Di attese che sembrano essere lunghissime e non finire mai.

Eccoti qua!, M.Farkas, Orecchio Acerbo

Quando un bambino arriva in una famiglia, tutti al loro interno vorrebbero donare qualcosa.
Non semplicemente doni materiali, quanto un alfabeto di emozioni e di cure che accompagnino il bambino per la sua vita.
Un po’ come fanno Flora, Fauna e Serenella nella Bella Addormentata.

Eccoti qua! trasforma in illustrazioni e parole i doni che ognuno vorrebbe fare a nuovo bambino, mettendo in ognuno di essi un po’ di sé e molto amore: immaginazione, curiosità, golosità, passione per la musica, ecc.

Le illustrazioni, coloratissime, secondo me sarebbero anche un’ottima decorazione per la stanza di un bambino…

Il Barbaro, Renato Moriconi, Gallucci

Già dal formato, questo albo illustrato si differenzia: piccolo, alto e stretto.
E’ un quasi silent book, cioè non ha praticamente testo.
Le illustrazioni occupano soltanto, in modo essenziale, la parte inferiore della pagina.

Il Barbaro è un perfetto esempio di come, senza l’utilizzo di parole, si possa mostrare con grande semplicità l’enorme cambio di prospettiva che avviene quando si ha a che fare con un bambino.

In realtà questo non è un libro che parla di nascita.

Ma come tutti i più bei libri, gli albi illustrati migliori sono quelli che si prestano a differenti livelli di lettura e di interpretazione.

Il protagonista è un cavaliere, un barbaro, che combatte contro draghi, attraversa lande, scavalca montagne, fiero e impavido.
Ma…
A un certo punto una manona spunta.
Potrebbe essere un gigante, una nuova avventura!
E invece no, è solo la mano del papà.
Il Barbaro è un bambino, e la grande avventura ricca di insidie è soltanto una giostra.
In fondo questo fanno i bambini quando entrano nella vita di due genitori: trasformano la semplice quotidianità in un’avventura.

Gli Uccelli, Zullo/Albertine, Topipittori

Anche questo piccolo albo quadrato appartiene alla stessa categoria del Barbaro.
Ovvero la categoria albi illustrati meravigliosi, o come dico io, “dal cuore grande”.

Pochissime parole, per una storia che mostra come un piccolo gesto, una minima decisione, possa cambiare la nostra vita.
O il modo che abbiamo di guardarla.

Prestare attenzione a un dettaglio, provare empatia, può cambiare la realtà.

Videolettura a cura di Laboratorio di Comunicazione e Narratività dell’Università degli Studi di Trento-Rovereto

Da leggere ad alta voce

La seconda categoria per genitori di libri da regalare quando nasce un bambino sono i libri che i genitori possono già incominciare a leggere ad alta voce al bambino che ancora non è nato.

Qualcuno potrebbe obiettare sul senso di tutto ciò.
Immenso.

E non lo dico io.
E’ ormai provato che leggere ad alta voce in gravidanza stimola lo sviluppo cognitivo del bambino.
Non potrò comprendere i isignificati delle parole, ma comprenderà la musicalità, il ritmo, i suoni, i otni di una voce che imparerà a conoscere.

Leggere ad alta voce in gravidanza significa allacciare già un rapporto tra genitori e bambino.
Il progetto nazionale Nati per leggere è nato anche per questo: per diffondere l’abitudine di leggere ai bambini, già da piccolissimi, già dalla gravidanza.

Quali libri scegliere in questo momento?

Le rime, le filastrocche, quei testi che letti ad alta voce hanno un qualcosa di musicale che modula la voce.
Ecco di seguito un elenco di titoli.

libri da regalare quando nasce un bambino le filastrocche

Mammalingua, Tognolini/Valentinis, Il Castoro
Gocce di voce, AA.VV/Abbatiello, Fatatrac
– Le rime di Bruno Tognolini: Rime Rimedio e Rime Raminghe (Salani), Mal di pancia calabrone, Rime Piccoline e Rima Rimani (Nord-Sud), Tiritere (Panini)
Nino e Nina tutto l’anno, Tognolini/Domeniconi, Fatatrac
Non piangere cipolla, Roberto Piumini, Mondadori
Le filastrocche di Richard Scarry, Mondadori
Tarari Tararera, Emanuela Bussolati, Carthusia
– I libri di filastrocche di Topipittori (ne avevo parlato anche qui nella sezione “Libri in rima e filastrocca”).

E ovviamente, musica a volontà!

Presto il prossimo post sulla seconda parte dedicata ai libri da regalare quando nasce un bambino.
E stavolta si parlerà di idee regalo da fare alla nascita al bambino.

Gocce di Voce, Fatatrac

Prosegui la lettura con I libri da regalare quando nasce un bambino | Pt. 2.

Lascia un commento