10 albi illustrati per aspettare Natale

10 albi illustrati per aspettare Natale

Troppo presto per parlare di Natale?

Non direi: in libreria i libri di Natale per bambini hanno cominciato ad arrivare già da ottobre.

Me ne sono capitati talmente tanti tra le mani che ho deciso di organizzarmi per tempo e stilare una lista di albi illustrati per aspettare il Natale.

Esatto, non sono solo natalizi.

E’ una lista di 10 albi illustrati da leggere adesso, per creare quella magia e quell’atmosfera che faranno crescere il desiderio e l’amore per il Natale.

La mia lista di 10 albi illustrati per aspettare Natale è stata imbastita su un criterio personale: ho scelto gli albi illustrati che più mi piacciono.

Non ci sono limiti di età, perché la magia del Natale è universale.
Potete usare questi albi per fare un regalo in vista del Natale, per leggere la sera insieme ai vostri bambini ma anche per qualche lavoro a scuola.

La lista dei 10 albi illustrati per aspettare Natale è utile anche alle maestre per creare laboratori ed esperienze in classe in questo periodo dell’anno magico.
Per ogni albo elenco i temi trattati e propongo delle possibili attività.

Va da sé che il disegno e la lettura ad alta voce rimangono le due attività che più si prestano a costruire un’esperienza legata a un libro.
Magari guardando alle diverse figure natalizie o alle diverse tradizione.
Magari creando delle tradizioni nuove e uniche.

Cominciamo.

10 albi illustrati per aspettare Natale

La vera storia dei 25 Babbi Natale di Annamaria Soldera e Yvonne Campedel | Nomos Edizioni

Oggi Babbo Natale è uno e unico…ma forse nessuno sa che fino a un po’ di tempo fa ce n’erano 25. Poi per varie vicende sono diminuiti sempre più: chi era troppo magro per la divisa, chi troppo grasso, chi detestava il freddo, chi ha preferito un’altra divisa…

Alla fine ne è rimasto uno solo, ma con questo albo illustrato potrete rileggere la storia da un punto di vista divertente.

Temi: la rivisitazione delle tradizioni, le citazioni di personaggi pop
Attività: creare un calendario dell’Avvento dei 25 Babbi Natale; inventarsene altri; sceglierne uno e scriverne la storia.

La volpe e il Tomte, Astrid Lindgren, illustrato da Eva Eriksson | Il Gioco di Leggere

Un albo illustrato di squisita ambientazione nordica scritto dalla stessa autrice di Pippi Calzelunghe. Il Tomte è uno gnomo dei boschi tipico del folklore del Nord Europa. Ricorda un po’ David Gnomo dei cartoni animati anni ’80.
In questo albo illustrato la protagonista è una volpina che si avventura nella neve in cerca di cibo. Si avvicina ad una fattoria dove le luci e l’atmosfera natalizia la illuminano di accoglienza.
La volpe cerca di andare verso il pollaio ma il Tomte, deputato alla protezione della fattoria, glielo impedisce. Tuttavia comprende che la volpe ha fame e decide di condividere con lei il suo cibo, anche tutte le sere. Purché lasci stare le galline!

Natale nel grande Bosco, Ulf Stark, illustrato da Eva Eriksson | Il Gioco di Leggere

Un altro autore nordico molto amato.
Anche in questo albo illustrato abbiamo la presenza del Tomte.
Il Tomte in questione però è molto burbero, ricorda infatti Brontolo di Biancaneve e i Sette Nani.
Si appresta a passare un Natale solitario perché non vuole fastidi, ma per colpa di un equivoco, qualcuno nella foresta scopre che esiste il Natale.
Una famiglia di coniglietti infatti, aiutata dal Vecchio Gufo e dagli scoiattoli, scopre che esiste il Natale che consiste nell’attendere qualcuno di molto importante da festeggiare. Nell’attesa si cucina, si gioca, si sta insieme, ci si scambiano regali. Il Tomte non sa di essere lui l’ospite d’onore ma tutto cospirerà affinché il Natale possa essere celebrato secondo i suoi migliori valori: l’accoglienza e lo stare insieme.

Attenzione: i capitoli di questo libro sono 25, come i giorni per arrivare a Natale 🙂

NB Dato il medesimo contesto dei due albi illustrati de Il Gioco di Leggere, le attività proposte sono le stesse.

Temi: l’accoglienza, la condivisione
Attività: il Tomte è una figura folklorica del Nord Europa. Si può realizzare un albo di classe che raccolg tutte le tradizioni natalizie, di Italia o del mondo. Ci si può inventare una tradizione di classe da replicare ogni anno.

Il Natale del Topo che non c’era, Giovanna Zoboli e Lisa D’Andrea | Topipittori.

Il Topo che non c’era è ormai un personaggio amato del catalogo Topipittori. Ha fatto la sua apparizione nel primo albo, intitolato appunto Il topo che non c’era, per poi tornare in versione vacanziera con Le vacanze del topo che non c’era.
La caratteristica principale è l’ironia.
E disegnare l’ironia è un talento narrativo unico che caratterizza Giovanna Zoboli.
Il filo conduttore di questa nuova storia è il confronto tra tradizioni: il topo fa la sua lista personale di cose necessarie per festeggiare il Natale. Una lista che al Gatto, che nel frattempo ne ha fatta una sua, sembra assurda. Un tira e molla tra gatto e topo a colpi di disegni ricchi di garbo e divertimento.
E alla fine? Festeggiatelo come volete, basta che a Natale facciate quello che vi fa stare bene.

Temi: le tradizioni, la diversità, l’ironia
Attività: e per voi? Cosa non deve assolutamente mancare a Natale?

Olly va a sciare di Elsa Beskow |  Officina Libraria

Elsa Beskow è considerata la Beatrix Potter del Nord Europa. Da noi è poco conosciuta e dobbiamo alla casa editrice Officina Libraria il merito di averla portata da noi in Italia.

Caratterizzata dalla tipica propensione nordica a valorizzare la natura, addirittura a personificarla, Olly va a sciare è la storia di Olly che ha ricevuto un bellissimo paio di sci in regalo. Smanioso di provarli esce nel bosco dove incontrerà Mastro Inverno, Grande Gelo e la Signora Sgelo. Entrerà nella fabbrica di giocattoli di Mastro Inverno (che ricorda molto Babbo Natale) e vedrà come vengono realizzati i giocattoli.

Se all’inizio del racconto Olly vuole cacciare via la Signora Sgelo perché gli toglie la neve che tanto ama, alla fine capirà che la Signora Sgelo prepara la strada per l’arrivo della bellissima Primavera.

Tema: la natura, il passare del tempo e delle stagioni
Attività: questo albo ha il pregio di personificare le stagioni e i fenomeni stagionali. E’ utile quindi per proporre un lavoro legato proprio alla stagionalità e alle sue caratteristiche. Come si immaginano i bambini l’autunno? E la primavera? Che vestito ha?

Natale a casa con Toto e Pepe di Holly Hobbie | Fatatrac

Di questo albo illustrato mi ha colpito all’inizio la dolcissima illustrazione.
Toto e Pepe sono due porcellini che, pur abitando distanti, sentono la necessità di ritrovarsi vicini per Natale.
Le illustrazioni evocano tutti gli stilemi tipici nei caldi racconti di Natale: una lettera lontana, le carole, la voglia di affrontare gelo e neve e infine il bello di stare insieme al calduccio sotto l’albero.

La seconda cosa che mi ha colpito di più è stato il nome dell’autrice.
Nella mia memoria di bambina cresciuta negli anni ’80 e ’90 Holly Hobbie era il disegno di una bambolina legata a qualcosa che veniva venduto in edicola. Ho scoperto che in realtà è un’illustratrice americana.
Quella bambolina era uno dei suoi personaggi principali, che portava il suo stesso nome.
Gli altri personaggi creati da Holly Hobbie sono proprio Toto e Pepe, i due porcellini del racconto.
Non poteva non comparire nella mia personale lista dei 10 albi illustrati per aspettare Natale!

Temi: il viaggio, la condivisione, l’amicizia
Attività: realizza il tuo personale invito di Natale da inviare a qualcuno

Il gatto nella mangiatoia di Michael Freeman | Camelozampa

Ho inserito questo albo nella lista dei 10 albi illustrati per aspettare Natale per rispondere a una richiesta che inizialmente non avevo considerato.
Mi piacciono molto gli albi illustrati di ambientazione nordica e sono sempre stata abituata alla figura di Babbo Natale.
Tuttavia, da quando ho iniziato a lavorare nel settore dei libri per ragazzi, mi sono resa conto che molti clienti chiedono libri che parlino del significato del Natale inteso come natività.

Si tende a puntare tutto sull’aspetto più consumistico e mainstream, ma il senso del Natale spiegato ai bambini è una delle richieste più frequenti.
Questo albo racconta la notte della Natività e lo fa utilizzando le parole di un gatto, che quella notte era proprio dentro la mangiatoia…

Temi: La natività, l’accoglienza
Attività: Lo fate il presepe in classe? Si potrebbe aggiungere un gatto, non ci si pensa mai…

Il Grande libro del Natale | Giunti

Questo libro illustrato non racconta una storia, ma è un libro di attività.
Al suo interno scoprirete tutto quello che è possibile scoprire relativamente al Natale.
Qual è la storia di Babbo Natale? E quella di Gesù Bambino? Chi è la befana?
Come si dice “Buon Natale!” in giro per il mondo?
Propone anche tante attività come ricette, giochi, suggerisce come costruire i segnaposti e biglietti di Natale.

Il Grinch del Dr. Seuss | Mondadori

Poco conosciuto da noi in Italia, il Dr.Seuss è un’istituzione nei paesi anglosassoni e il Grinch è una vera tradizione. Esiste sia il romanzo nella collana Oscar Junior di Mondadori, ma io vi suggerisco l’albo illustrato.

L’attività che vi propongo è semplicissima: guardare il film!

Racconti intorno al Presepe | San Paolo Edizioni

Scelgo questa raccolta di racconti per lo stesso motivo per cui ho scelto Il gatto nella mangiatoia.
Anche il presepe è una tradizione ed è giusto comprenderla all’interno delle esperienze di albi illustrati.
In questo caso il pretesto dei racconti sono dei bambini che stanno facendo il presepe. Il nonno, per ogni personaggio che posizionano, racconta loro una storia…

La mia lista di 10 albi illustrati per aspettare Natale finisce qui, ma ora comincia la vostra esperienza.

Ho dovuto lasciare fuori molti libri, molti personaggi amati, ma dovevo limitarmi.

Non potevo elencare un’intera libreria!

Raccontatemi le vostre tradizioni di lettura natalizia e ditemi se qualche maestra ha adottato uno dei 10 albi illustrati per aspettare il Natale.

Sono curiosa di sapere che tradizione avete inventato!

Lascia un commento